Stefano Cerisoli chitarrista, partenza per la tournée

Con Stefano Cerisoli ci siamo conosciuti attraverso verso il 2016, era primavera e lui stava per prepararsi per la tournè di Patty Pravo, che avrebbe avuto luogo in Italia d’estate. Mi ha fatto vedere la sua Stratocaster Fender, che non lo convinceva appieno di setup e di suono. Abbiamo fatto un bel cambio tasti, cambio capotasto (aveva un roller nut, che non mi sembrava posizionato nel migliore dei modi) dopodichè abbiamo provato il nostro set di pickup single coil C-Shapely.

Stratocaster Stefano Cerisoli + pickup Cesarini C - Shapely
Stratocaster Stefano Cerisoli + C-Shapely
C-Shapely pickups Cesarini
montaggio del set C-Shapely

I pickup C-Shapely sono un set dalle qualità timbriche molto simili nelle tre posizioni. Quindi non c’è un ponte troppo squillante o manico troppo scuro e gonfio, il suono è sempre fedele ad una certa sonorità. La compensazione di volumi tra le varie posizioni avviene quindi non attraverso un’impedenza progressiva, ma attraverso disposizione dei magneti. Il risultato è un set molto interessante- utilizzabile in qualsiasi genere, ma che da il massimo nel pop, funky, rock. La bobina è realizzata in bachelite dielettrica, che rende il loro look decisamente vintage.

Da questo nostro primo incontro è nata una collaborazione. Prepareremo Stefano Cerisoli anche per il tour Masini. Quì ci ha dato una piccola dimostrazione dei pickup appena montati.

Stefano Cerisoli chitarrista, endorsement Cesarini Pickups

Biografia segue:

Nato ad Arezzo nel 31/08/1977, inizia lo studio della chitarra giovanissimo, a 6 anni, vincendo molte competizioni classiche internazionali a 12, 14 e 15 anni; era ‘il piu’ giovane chitarrista dell'”Orchestra di Musica da Camera” ad agosto 1991 presso il Cantiere di Montepulciano diretta da C. W. Henze.

Ha studiato chitarra classica con il Maestro Gonzalo Solari, Abel Carlevaro, e chitarra moderna, jazz, armonia con T. Lama, S.Zenni.

Nel 2003 si è laureato presso l’Università di Siena in Lettere e poi ha studiato al Conservatorio di Bologna G.B. Martini. Dal 2000 lavora come insegnante di musica presso le scuole private e statali di Firenze e Arezzo.

Lavora come turnista dal vivo e in studio con molti artisti come: Cesare Chiodo, Fabrizio Barbacci, Maurizio Fabrizio, Gianni Maroccolo, Valentina Giovagnini, Cile, Irene Grandi, Negrita, Francesco Renga, Irene Fornaciari, Marco Masini, Patty Pravo, Bertè.

È anche produttore musicale, e nel 2010 produce e arrangia l’album “Tempesta di fiori” per Andrea Chimenti e il brano “Cuore Bianco” nel 2015, scritto da Marco Parente per Irene Grandi. Molti apparizioni in TV, in Rai, Mediaset e Sky.

Lascia un commento

regali in legno