Giacomo Rossetti, preparazione tour Negrita 2015

Ho conosciuto Giacomo durante il Liuteria Cesarini expo 2014, a Umbria Jazz. Non è da molto tempo entrato nei Negrita e ha dimostrato interesse per alcuni degli strumenti che io gli ho proposto per i suoi tour estivi 2015/2016. Giacomo viene da sound Fender Precision e Music Man, perciò gli ho proposto il C-Man e il C-Precision. Lui ha preferito il C-Precision, che monta uno split coil Di Marzio cream anni ’70. Il suono decisamente “gonfio” è rock.

Di Marzio pickup 70
Di Marzio anni ’70

G. ci ha registrato una piccola dimostrazione.

Giacomo Rossetti e C-Precision, Loop jam

Il C-Precision è uno strumento Vintage Series ’70, ovvero uno strumento assemblato con parti di strumenti vintage di interesse, che non possono più essere riportati ad origine. Lo strumento in questione è stato restaurato e regolato, nonchè cambiato sotto vari aspetti (spessore di body, verniciatura, C del manico, elettronica, ecc…).

Giacomo Rossetti Negrita con Cesarini
Giacomo Rossetti e Federico Cesarini (C-Precision)

Biografia segue

Giacomo Rossetti è un bassista italiano classe 1986 nato a Città della Pieve, piccolo comune di confine tra Umbria e Toscana.

Trascorre la sua infanzia lì, spostandosi solo dopo la maturità scientifica a Firenze per studiare musica presso l’ Accademia Musicale di Firenze. Nel 2007 partecipa come rappresentante dell’accademia al progetto promosso dalla UCODEP di Arezzo “Make music not wall” in Palestina, progetto volto alla creazione di laboratori musicali nei villaggi palestinesi durante il quale prende parte come bassista per la band Modena City Ramblers, anche loro promotori del progetto.

Dopo l’esperienza fiorentina si sposta a Londra dove rimane per un anno e dove ha modo di contaminare, grazie alla conoscenza di molti musicisti locali e di concerti sparsi nella city, il suo bagaglio musicale.

Entra a far parte dei Negrita nel febbraio 2014 in occasione della partecipazione della band al “Musical Jesus Christ Superstar” con l’eccezionale presenza di Ted Neeley.

Lascia un commento

regali in legno