Gibson a confronto, l’importanza del setup

Anche tra due modelli LP dello stesso anno (1992)  le differenze si notano. Il setup è importante, vediamo perchè.

les paul Gibson
les paul guitars Gibson ’90 Studio

Fare il setup regolarmente è forse la variabile più importante, per avere uno strumento performante e che non perda valore nel tempo.

La prima differenza, forse la più importante, è data dalle cure dei proprietari nel tempo.

A queste due sono stati cambiati i tasti (sono stati messi gli stessi) e rivisti i setup, la suonabilità degli strumenti rimane comunque molto differente. La non curanza di uno strumento porta a renderlo meno performante a livello di tastiera, manico e suono.

Truss Rod Gibson rotto
Truss Rod Gibson rotto

Un manico lasciato viziare nel tempo, può diventare molto tenace, ma nella posizione sbagliata. Il legno, di sua natura, può piegarsi in vari punti (upbow, backbow) e torcersi ad elica. I pickup si possono smagnetizzare o rompersi i filamenti. Le parti metalliche (ponte e meccaniche) possono ossidarsi al punto di non essere più utilizzabili. E si potrebbe continuare così, elencando altre possibilità degenerative.

La conclusione è, fatevi vedere ogni tanto dal liutaio. Spendere 30,00 euro per un setup è un’assicurazione, oltre che un intervento professionale.

Lascia un commento