Stefano Cerisoli, regolazioni e cambio pick up Stratocaster

Aprile, mese migliore per regolare qualche strumento prima di una tournée. Stefano Cerisoli prima di partire per il tour Bertè 2019 mi fa visita, data la necessità di fare qualche upgrade alla sua Stratocaster assemblata.

Per questa modifica Stefano Cerisoli si inspira a Stef Burns, che monta il pickup Seymour Duncan SH-4. Cerco perciò  online di cosa si tratta.

 

 

 

 

 

 

La modifica riguarda essenzialmente la sonorità e la suonabilità. Stefano vuole montare questo pickup al ponte. Siccome lo strumento ospitava un single coil troverò certamente un vano da S (single coil) e non da H (humbucker). Con l’occasione, anche su mio consiglio, schermerò i vani con film metallico, in tal modo saremo sicuri di non aver rientri o ronze durante concerti molto grandi.

Il vano viene lavorato con CNC (controllo numerico), con punta a fresa. Questo è   il miglior modo per avere uno scasso fatto bene, senza dover smontare nulla, se non il battipenna. Scasso quanto basta, senza rischiare di “sforare” nella zona molle. Dopodichè passo un filo di verniciatura e la schermatura. I pickup da montare sono SUHR, un set ad impedenza media intorno ai 6,5 kohm.

Il battipenna lo prendo nuovo, così da non rovinare il pickguard originale , che avrei dovuto sagomare per ospitare il HB al ponte. Controllo le saldature del resto del circuito e questa parte si conclude.

Passo alla messa a punto, a Stefano la chitarra serve con un’intonazione impeccabile, un tremolo che non si scordi più del dovuto e action media (non bassa), l’action bassa non è la più consona per il pop/rock. La chitarra dovrà risuonare in tutti i registri con un certo sustain, perciò l’action media è la migliore scelta, dato che le “splettrate” possono anche essere molto incisive. Entro un certo range l’action medio-alta diventa meno intonata e poco agevole, quindi neanche si deve esagerare in tale direzione.

Montiamo le solite Elixir 0.11 nanoweb, come a Stefano piace.

Dopo altri 2-3 setup su LP, Tele e altro Stefano è pronto per la partenza. Ci rivediamo a fine tour. In bocca al lupo!