Piezo per contrabbasso, quale?

Di piezo sono state prodotte varie versioni, per tutti gli strumenti ad arco del quartetto. Il contrabbasso, avendo un utilizzo nel jazz abbastanza solito, è quello che ha più possibilità di elettrificazione. Sistemi ottimi per il pizzicato sono quelli più semplici.

realist piezo David Gage

Realist (David Gage) proponeva e propone ancora due versioni, una dove il piezo veniva incapsulato nel legno, un’altra in un foglio di rame (copperhead), entrambe le versioni con un costo di listino di circa 220,00 euro. E’ stato forse il più apprezzato , soprattutto quando ancora la scelta non era vasta come oggi. Come quasi tutti i piezo, non sono stati studiati per essere tolti e montati di continuo. La loro membrana piezoelettrica può essere rovinata da una mano poco esperta.

full circle piezo Fishman
full circle

Fishman è più conosciuta per il suo costoso Full Circle, un sistema che prevede necessariamente il montaggio delle rotelle regolabili su di un ponticello, dato che il piezo è al loro interno. Se il ponticello ha il filetto delle rotelle metrico, andrà cambiato in pollici, mentre su di un ponticello fisso andranno tagliati i piedini e fatti i fori per ospitare il piezo / rotella. L’operazione non è economica presso liuteria ed il sistema ha un costo di circa 379,00 euro..

Altri sistemi interessanti, ma soprattutto per un utilizzo misto (archetto e pizzicato) sono gli Schertler, gli Shadow o in genere i sistemi ad archetto microfonico.

Schertler piezo
Schertler piezo

Gli Schertler (dal costo di circa 300,00 euro di listino), sono quelli che offrono meno feedback insieme ai piezo elencati sopra per pizzicato. Il loro contro può essere l’usura della componente piezoelettrica avvolta dal sughero, che va posta ad incastro tra le fessure armoniche del ponticello. Questa può comprimersi e cominciare ad uscire dalla sede dopo qualche anno.

 

I Piezo Cesarini PC-DB nascono in due versioni, Low gain e Hi Gain.

Cesarini Piezo contrabbasso
Cesarini Piezo su contrabbasso Giacomo Rossetti

La loro differenza sta solo nella quantità di volume. Suggerisco Hi Gain per strumenti non particolarmente vibranti e Low Gain (test su C-Double Bass) per strumenti che hanno vibrazioni intense sulla tavola armonica. Comprendono il jack che va posto su cordiera. Stiamo studiando in questi giorni il nuovo modello PC-DBVT, che presenterà controlli di tono e volume su cordiera. I nostri piezo sono quanto di più semplice si possa trovare su mercato e si ispirano come concezione ai Realist, quindi sono molto indicati per il pizzicato, ma anche i musicisti ad arco ne hanno fatto buon uso. Infatti offrono una bassissima risonanza, perciò possono essere impiegati su palco o in orchestra. Il modello PC-DB Hi Gain e Lo Gain non prevede pila ed ha un costo di listino di 168,00 euro, che include il montaggio del sistema in liuteria. Chi lo monterà a distanza potrà avere la nostra assistenza telefonica o in videochiamata.

BONUS STRADIVARI 2018 NOVITA’

Possiamo garantire il ritiro del Bonus Stradivari 2018, fino a esaurimento fondi (10 milioni di euro). Il plafond è poco rispetto alle possibili domande, perciò vi consigliamo di fare subito richiesta di preventivo presso Atelier Cesarini, cominciando già da gennaio a cercare il vostro strumento.

Chi ha già usufruito del Bonus Stradivari da 1000,00 euro (Bonus 2016), potrà richiedere il Bonus Stradivari 2018. La parte finale che verrà scontata sarà diminuita di -1000 euro.

Bonus 2018, applicazione:

  • Estensione del Bonus agli studenti di tutti i corsi dei Conservatori, degli ISSM e degli enti abilitati a rilasciare titoli riconosciuti Afam: preaccademici, triennio, biennio e precedente ordinamento. In aggiunta, sono compresi anche i corsi di strumento complementare (esclusi nel 2016);
  • Bonus Stradivari
    Bonus Stradivari

    Estensione agli studenti dei Licei Musicali; Cambiano le modalità del Bonus: non più euro 1.000, ma un contributo del 65% sul prezzo di acquisto, fino a un contributo massimo di euro 2.500;

  • La legge entrerà in vigore dal 2018 (ancora deve essere confermato in quale mese), potrete già prenotare il vostro strumento a Gennaio.
Cliccare per conoscere gli strumenti dove viene applicato il Bonus Stradivari 2018

Per conoscere il suono dei nostri strumenti vi consigliamo il nostro canale Youtube, dove sono presenti molti test audio visivi.

 

Cesarini Jam Session 4.2, Valter Vincenti trio (chitarra Cesarini)

Valter Vincenti, chitarra Cesarini C-MOP con pickup C-Big Beat
Lusi basso Cesarini C-Precision mod.2 con pickup C-Close Strings (mod. flat poles)
Special Guest: Saverio Federici, batteria

Jamming on “La notte del Guerre” (brano di Valter Vincenti)

Cesarini Jam Session 4.2

CesariniJamSession è una produzione LiuteriaCesarini.

Gli strumenti e i pickup in gioco

C-Big Beat
C-Big Beat, Cesarini pickups
chitarra Cesarini Vintage Series
C-MOP, chitarra Cesarini Vintage Series

Pickup Big Beat

La ricerca del suono “semplice”, ma che abbia una certa proiezione in frequenza, non è mai stata scontata. I C-Big Beat strizzano l’occhio ai Gibson ’59, ma ne stravolgono l’essenza e il design. Un suono diretto molto efficace nei crunch, nelle ghost note, ma anche nei clean pop. Perfino nel jazz molti li hanno trovati degli ottimi compagni di viaggio (e di registrazione). Già stati montati nelle chitarre di Valter (nella Eko Aqua, come ricordiamo nel blog Valter Vincenti endorser).

Chitarra Cesarini C-MOP

Big Beat montati sulla chitarra Cesarini C-MOP,  che esprime alla perfezione il loro timbro. Les Paul tipo Gibson, chitarra Cesarini della Vintage Series , dalle caratteristiche molto interessanti. Ha camere tonali al di sotto del top, che aumentano il sustain delle armoniche più alte in frequenza. Questo timbro è perfettamente captato dai pickup, che essendo nasali al punto giusto, non risultano troppo aspri o brillanti, ma aperti di suono e con proiezione notevole. Le ghost note non vanno perse, si sentono tutte. Anche il palm muting e tutte le tecniche relative a ritmi reggae, funky, rock risaltano con questo setup. Si presenta meglio alla pagina.

Basso Cesarini C-Precision m.2

verniciatura C-Precision m.2

Modifica del primo C-Precision (lo usò Giacomo Rossetti nella tournè Negrita 2015). Basso elettrico dalle forme tipiche Fender, con manico dal capotasto stretto e manico bombato a forma di C. La particolarità è nel taglio di frequenza del body in frassino, che sembra ricordare un Music Man. Il frassino risuona ad armoniche con frequenze medio-alte che vengono gestite dallo split coil Close Strings (a poli piatti) di nostra creazione, con molta definizione. Il suono generato è molto diverso da un Precision Fender, meno “grosso” e più sottile, utilissimo in musica rock, rock/punk, fusion e per tutti quelli che cercano un suono di basso Precision tagliente. Unico controllo di volume, come un giorno mi consigliò di fare un bassista

Strumenti ad arco, quale è il giusto valore e come comprare.

Questo argomento è sicuramente molto lungo da trattare, mi limiterò a dare delle indicazioni orientative che possano essere d’aiuto soprattutto ai non addetti ai lavori, perciò ai musicisti, ai musicofili e ai genitori degli studenti di musica.


violino antico
violino antico

Dare un valore alla liuteria, ai propri servizi e agli strumenti, è un obiettivo che Atelier Cesarini persegue fin dall’inizio, primo passo fu creare un listino prezzi molto dettagliato dei servizi più richiesti.

Non fu una primissima assoluta, ma sicuramente uno dei primi listini della liuteria ad avere una specificità notevole, senza lasciare i prezzi al caso o a libera interpretazione.

Nel nostro canale Youtube spieghiamo come procedere per regolare lo strumento appena acquistato.

Vediamo adesso quali sono i criteri per attribuire, ad uno strumento ad arco o archetto, un valore attendibile, poi cercheremo di capire che cosa possiamo comprare con un certo budget.

Continua a leggere Strumenti ad arco, quale è il giusto valore e come comprare.

Cesarini Pro Studio semi-professionali, violoncelli di liuteria a prezzi giusti

In questo video Mathilde Sigier suona un bellissimo tema di John Williams, con un nostro violoncello Cesarini Pro Studio, nella sua versione semi-professionale e con archetto in pernambuco Cesarini Selected.

https://www.youtube.com/watch?v=M2nnvE-PORY

Atelier Cesarini ha creato la serie semi-professionale, per dare la possibilità a tutti gli studenti, che abbiano prospettive di studio lungimiranti (Liceo musicale, Conservatorio),  di poter acquistare un violoncello a buon prezzo dalla ottima resa timbrica e dalla suonabilità eccezionale.

La serie amatoriale è invece più indicata a tutti i principianti, in particolare agli studenti che devono affacciarsi allo strumento 4/4, ma che non vogliono comprare uno strumento di fabbrica entry level.

Violoncello prezzi
Violoncello semi-professionale

Il prezzo di un violoncello Cesarini Pro Studio è ancora più conveniente nel caso si opti per un pacchetto comprensivo di archetto e custodia. Tutte le informazioni relative alla qualità e al prezzo, si possono trovare a questa pagina.

Per conoscere come vengono costruiti i Violoncelli da studio Cesarini Pro, seguire questa pagina del blog.

Violino da restaurare, a “cuore” aperto

Paragonare l’apertura di un violino da restaurare ad una complessa operazione chirurgica, quale è l’apertura del torace umano, è giusto? Direi di no, ma si possono trovare molte similitudini.

Violino restauro

L’apertura di uno strumento è sempre possibile, talvolta sconsigliata perchè invasiva, ma che invece reputo spesso indispensabile e soprattutto, nel caso in cui ovviamente si lavori con cognizione di causa, migliorativa.

Come un’ operazione chirurgica, che vuole ripristinare le funzioni del cuore, allo stesso modo nel violino da restaurare si vuole ripristinare la sua “voce”

Continua a leggere Violino da restaurare, a “cuore” aperto

Violino da studio e famiglia d’archi, come comprare

La domanda è, quanto spendere per uno strumento ad arco?

50,00 euro, 100,00 euro, 200,00 euro, 500,00 euro, 1.500,00 euro, 2.500,00 euro, 10.000,00 euro, 20.000 euro?

violino da studio
violino Stentor da studio 3/4, messa a punto

Le parti dello strumento che devono essere standard e ben regolate, non sono poche. Di conseguenza, uno strumento ad arco, al di là del suo costo, deve rispettare almeno alcune regole per poter essere utilizzato nello studio.

Non valorizzare lo strumento, significa non dare importanza allo studio. Si può considerare questa come una regola generale, che può valere sicuramente in molti altri settori di studio.

Ma come è possibile capire qual’è lo strumento che può essere un buon compromesso qualità – prezzo? Sicuramente i tempi cambiano, i prezzi di conseguenza. Un violino industriale cinese 10 anni fa costava 300 euro, ed era fatto male, mentre un violino cinese industriale oggi costa 150/200 euro ed è fatto meglio.

La produzione industriale ci vuole far spendere meno, ma noi reagiamo di conseguenza, vogliamo spendere sempre meno.

 

violoncello da studio

Vedo alcune famiglie prentedere, da uno strumento entry level e dal suo relativo archetto, un buon timbro, una discreta suonabilità, una buona affidabilità e un basso prezzo. Queste sono cose che purtroppo non vanno bene insieme.

Il mio consiglio è quello di acquistare la seconda fascia da studio, dove cominceremo a trovare uno strumento di migliore qualità, migliori legni, suonabilità più che sufficiente, corde migliori, tastiera e parti in ebano vero e un archetto utilizzabile.

Il violino Stentor II fa per voi, non è l’unico, ma è una dei più affidabili marche assieme a Soundsation modello Virtuoso.  Le misure 4/4:

 

Le misure 3/4, sempre gli stessi modelli Stentor II e Virtuoso:

Per le misure piccole (1/16,1/18,1/4,1/2), potete sicuramente spendere meno, i violini si assomiglieranno molto tra i vari marchi. Se cercate qualcosa di diverso potete provare i violini Cesarini Pro Studio amatoriali, che partono dalla misura 1/2.

Fare il setup di uno strumento da studio è sempre consigliabile.

Nuova tastiera d’ebano per G&L 2000 USA – truss rod difettoso

Questo basso ha una storia molto particolare e tanti interventi alle spalle, mai stati risolutivi.

Adesso è sistemato alla perfezione (cambio tastiera con ebano e sostituzione truss rod). Ho messo dei dot in madreperla da 6mm, simili agli originali. Radius tastiera 9,5″. Questo difetto è stato riscontrato in molti simili G&L. La colpa è perciò alla radice, del produttore.

G&L 2000 basso
G&L 2000 basso, 5 corde – cambio tastiera

Il truss rod è stato concepito male fin dall’inizio.

basso Liuteria Cesarini
G&L 2000 basso, 5 corde – con Mastro liutaio Federico Cesarini

La soluzione è stata risolutiva, il cliente possessore ha riconosciuto l’importanza dell’intervento, nonostante il cospicuo costo dell’impresa.

Cornice in ebano per Fender Resonant (difetti di produzione)

Realizzazione del Cesarini Custom Shop, della cornice del pickup in ebano per tele single coil, su chitarra acustica elettrificata Fender Resonant. Il fine dell’intervento è di alzare la possibile massima altezza di pickup, data la mancanza costruttiva di Fender su questo modello rimediamo noi.

Fender Resonant
Fender Resonant, errore di produzione

Questa è una mancanza costruttiva da parte di Fender abbastanza grave, dato che il modello ha una tiratura notevole.

L’utilizzo di corde ad avvolgimento risonante (bronze o phosphor bronze) vuole in realtà una distanza minore tra la corda e il magnete. In questa chitarra questa distanza è invece molto in origine (circa 20mm), impedendo al segnale di uscita di avere attacco e volume.

Concludendo, abbiamo risolto costruendo una cornice in ebano a doc, che alzasse il livello del pickup.

Gibson a confronto, l’importanza del setup

Anche tra due modelli LP dello stesso anno (1992)  le differenze si notano. Il setup è importante, vediamo perchè.

les paul Gibson
les paul guitars Gibson ’90 Studio

Fare il setup regolarmente è forse la variabile più importante, per avere uno strumento performante e che non perda valore nel tempo.

La prima differenza, forse la più importante, è data dalle cure dei proprietari nel tempo.

Continua a leggere Gibson a confronto, l’importanza del setup