Cesarini Pro Studio semi-professionali, violoncelli di liuteria a prezzi giusti

In questo video Mathilde Sigier suona un bellissimo tema di John Williams, con un nostro violoncello Cesarini Pro Studio, nella sua versione semi-professionale e con archetto in pernambuco Cesarini Selected.

https://www.youtube.com/watch?v=M2nnvE-PORY

Atelier Cesarini ha creato la serie semi-professionale, per dare la possibilità a tutti gli studenti, che abbiano prospettive di studio lungimiranti (Liceo musicale, Conservatorio),  di poter acquistare un violoncello a buon prezzo dalla ottima resa timbrica e dalla suonabilità eccezionale.

La serie amatoriale è invece più indicata a tutti i principianti, in particolare agli studenti che devono affacciarsi allo strumento 4/4, ma che non vogliono comprare uno strumento di fabbrica entry level.

Violoncello prezzi
Violoncello semi-professionale

Il prezzo di un violoncello Cesarini Pro Studio è ancora più conveniente nel caso si opti per un pacchetto comprensivo di archetto e custodia. Tutte le informazioni relative alla qualità e al prezzo, si possono trovare a questa pagina.

Per conoscere come vengono costruiti i Violoncelli da studio Cesarini Pro, seguire questa pagina del blog.

Violino da restaurare, a “cuore” aperto

Paragonare l’apertura di un violino da restaurare ad una complessa operazione chirurgica, quale è l’apertura del torace umano, è giusto? Direi di no, ma si possono trovare molte similitudini.

Violino restauro

L’apertura di uno strumento è sempre possibile, talvolta sconsigliata perchè invasiva, ma che invece reputo spesso indispensabile e soprattutto, nel caso in cui ovviamente si lavori con cognizione di causa, migliorativa.

Come un’ operazione chirurgica, che vuole ripristinare le funzioni del cuore, allo stesso modo nel violino da restaurare si vuole ripristinare la sua “voce”

Continua a leggere Violino da restaurare, a “cuore” aperto

Violino da studio e famiglia d’archi, come comprare

La domanda è, quanto spendere per uno strumento ad arco?

50,00 euro, 100,00 euro, 200,00 euro, 500,00 euro, 1.500,00 euro, 2.500,00 euro, 10.000,00 euro, 20.000 euro?

violino da studio
violino da studio 3/4, messa a punto

Le parti dello strumento che devono essere standard e ben regolate, non sono poche. Di conseguenza, uno strumento ad arco, al di là del suo costo, deve rispettare almeno alcune regole per poter essere utilizzato nello studio.

Non valorizzare lo strumento, significa non dare importanza allo studio. Si può considerare questa come una regola generale, che può valere sicuramente in molti altri settori di studio.

Ma come è possibile capire qual’è lo strumento che può essere un buon compromesso qualità – prezzo? Sicuramente i tempi cambiano, i prezzi di conseguenza. Un violino industriale cinese 10 anni fa costava 300 euro, ed era fatto male, mentre un violino cinese industriale oggi costa 150 euro ed è fatto meglio.

La produzione industriale ci vuole far spendere meno, ma noi reagiamo di conseguenza, vogliamo spendere sempre meno.

violoncello da studio

Vedo alcune famiglie prentedere, da uno strumento entry level e dal suo relativo archetto, un buon timbro, una discreta suonabilità, una buona affidabilità e un basso prezzo. Queste sono cose che purtroppo non vanno bene insieme. Esaminiamo in questo altro post quali sono le caratteristiche base, che uno strumento ad arco da studio inziale , dovrebbe avere.

 

Nuova tastiera d’ebano per G&L 2000 USA – truss rod difettoso

Questo basso ha una storia molto particolare e tanti interventi alle spalle, mai stati risolutivi.

Adesso è sistemato alla perfezione (cambio tastiera con ebano e sostituzione truss rod). Ho messo dei dot in madreperla da 6mm, simili agli originali. Radius tastiera 9,5″. Questo difetto è stato riscontrato in molti simili G&L. La colpa è perciò alla radice, del produttore.

G&L 2000 basso
G&L 2000 basso, 5 corde – cambio tastiera

Il truss rod è stato concepito male fin dall’inizio.

basso Liuteria Cesarini
G&L 2000 basso, 5 corde – con Mastro liutaio Federico Cesarini

La soluzione è stata risolutiva, il cliente possessore ha riconosciuto l’importanza dell’intervento, nonostante il cospicuo costo dell’impresa.

Cornice in ebano per Fender Resonant (difetti di produzione)

Realizzazione del Cesarini Custom Shop, della cornice del pickup in ebano per tele single coil, su chitarra acustica elettrificata Fender Resonant. Il fine dell’intervento è di alzare la possibile massima altezza di pickup, data la mancanza costruttiva di Fender su questo modello rimediamo noi.

Fender Resonant
Fender Resonant, errore di produzione

Questa è una mancanza costruttiva da parte di Fender abbastanza grave, dato che il modello ha una tiratura notevole.

L’utilizzo di corde ad avvolgimento risonante (bronze o phosphor bronze) vuole in realtà una distanza minore tra la corda e il magnete. In questa chitarra questa distanza è invece molto in origine (circa 20mm), impedendo al segnale di uscita di avere attacco e volume.

Concludendo, abbiamo risolto costruendo una cornice in ebano a doc, che alzasse il livello del pickup.

Gibson a confronto, l’importanza del setup

Anche tra due modelli LP dello stesso anno (1992)  le differenze si notano. Il setup è importante, vediamo perchè.

les paul Gibson
les paul guitars Gibson ’90 Studio

Fare il setup regolarmente è forse la variabile più importante, per avere uno strumento performante e che non perda valore nel tempo.

La prima differenza, forse la più importante, è data dalle cure dei proprietari nel tempo.

Continua a leggere Gibson a confronto, l’importanza del setup

Liuteria Cesarini Expo – Pioracoustic 2017

Expo di Liuteria Cesarini – Pioracoustic 2017 (Centro degli studi Biblici – Montefano). Ringraziamo Danilo Vecchi e il Centro Degli Studi per l’organizzazione.Esposizione di liuteria in tre giorni a “Pioracoustic 2017” (earthquake edition), presso il Centro degli Studi Biblici.

Continua a leggere Liuteria Cesarini Expo – Pioracoustic 2017

Violino Stradivari (copia), in costruzione – Il mondo classico

Costruire un violino, un violoncello o una viola dalle forme e dimensioni personali è, per l’Atelier Cesarini, sempre la scelta giusta. Ma ci sono delle eccezioni, alcune dime di lavoro sono sicuramente ispirate alle note forme stradivariane. Forse la più usata, in generale nella liuteria, è la dima del violino “Cremonese” (faciebat Stradivari, anno 1715).

Costruzione violino
Costruzione violino

La sperimentazione, delle varie e possibili forme degli strumenti ad arco, è stata ampiamente fatta negli anni passati. Risulta oggi difficile il poter reinventare qualcosa di nuovo in questo settore.

Le dimensioni e i volumi della liuteria classica li ho mantenuti inalterati, dato che il timbro dello strumento come è concepito anticamente, lo si è raggiunto a seguito di molte prove empiriche, che hanno fissato i canoni sonori nelle orecchie dei musicisti e degli autori, che siano passati o moderni.

Viene, in effetti naturale, ad un musicista classico d’orchestra, il voler replicare il “sound” di un certo repertorio del periodo, attraverso quindi uno strumento ad arco che non vada troppo distante dal seminato.

liutaio
liutaio all’opera

Concepire i suoni in maniera astratta e inventiva è un lusso che purtroppo non appartiene al repertorio classico (si chiama “classico” anche per questo). I canoni ci sono, uscirne può portare alla non compatibilità del musicista con questo mondo.

La scena del crimine è sul tavolo.

Scoprire un vero violino antico del 1800 o del 1900, può essere molto interessante.

Considerando che quasi tutti gli strumenti antichi sono ormai stati recuperati, dato il forte interesse che c’è da parte di una moltitudine di persone di volersene appropriare, c’è da considerare seriamente lo stato di mantenimento in cui effettivamente si dovrebbe trovare uno strumento ritrovato.

violino antico apertura
violino antico apertura

Diffidare di mercatini dell’usato o liutai poco trasparenti, che provano a illudervi di avere per le mani uno strumento riscoperto del secolo scorso. Più plausibile è invece che un vecchio proprietario se ne voglia disfare e che quindi ve lo venda, attraverso magari un intermediario.

Nel caso in foto (sotto), lo strumento è appunto stato riscoperto in soffitta questo è un pò il clichet della liuteria classica:”mi ha detto Nonna che sopra c’è uno Stradivari!”.

Non è Stradivari, ma una copia di violino antico tedesco con etichetta recante “Stradivarius Cremonensis ecc…”, trattasi di una copia, che però mantiene il suo interesse. I legni di questo strumento saranno sicuramente molto stagionati, anche se un pò “acciaccati”. Trovarlo in parte distrutto è il minimo che ci si può aspettare, consideriamo che sono passati quasi cent’anni, non sono pochi.

Violino rotto
Violino antico, ritrovato. Restauro presso Atelier Cesarini

Tutti i nostri violini restaurati si possono trovare nella nostra Collezione Cesarini.

 

Jam Session – Alfredo Golino e Antonio Lusi

Una Jam Session da guardare senza riprendere fiato.

One More Dub, studio di registrazione a Orvieto ed etichetta discografica, organizza questo “scontro” musicale tra i due musicisti, Alfredo Golino e Lusi.

Lusi suona con C-Gold Bronze, Cesarini Vintage Series ’70.

Lusi - Bassista
Lusi

Ricordiamo alcune prestigiose collaborazioni di Alfredo Golino. “Mina, Laura Pausini, Gianni Morandi, Vasco Rossi, Raf, Pino Daniele, Renato Zero, Eros Ramazzotti, RAF, Battiato, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Anna Oxa, Ornella Vanoni, Marco Masini, Michele Zarrillo, Alice, Anna Oxa, Zuccero Fornaciari, Bocelli, Joe Coker, Tina Turner, Enrico Ruggeri, Platters, Enrico Rava e molti altri”

Ringraziamo Alfredo Golino e Lusi che ci regalano circa 10 minuti di jam session lineare, i due musicisti si sono praticamente conosciuti suonando e questo è notevole ai nostri occhi. SNAP Production ha pensato alle riprese dell’evento.